Violenza sessuale: l’altro fronte della guerra in Siria


Fonte: RT

Traduzione di Violetta Nobili

I gravissimi abusi sessuali in Siria sono la causa dell’esodo dei civili, secondo l’ultima relazione dell’International Rescue Committee

Il preoccupante livello raggiunto dalla violenza sessuale è un aspetto “significativo e allarmante” della guerra in Siria, tanto da diventare – secondo l’ultima relazione della ONG International Rescue Committee (IRC) – una delle prime cause dell’esodo dei civili.

 “I rifugiati siriani interrogati dall’IRC riferiscono che le violenze sessuali sono la prima causa che induce a fuggire dal conflitto”, problema aggravato dalla “terribile mancanza di medicine e di servizi psicologici con cui aiutare il recupero psicofisico nei paesi che accolgono i rifugiati”, recita la relazione, che raccoglie storie di donne e di giovani che hanno subito sequestri, violenze, torture e anche omicidi.

In molti casi le vittime, provenienti da zone diverse del paese, hanno sofferto abusi in pubblico o nelle loro case, spesso in presenza dei familiari. In base a quanto afferma la relazione, la maggioranza degli attacchi è stato perpetrato da uomini armati.

In uno dei casi più tragici un padre ha ucciso la propria figlia per evitare che venisse violentata, quando ha visto un gruppo di uomini armati avvicinarsi alla loro casa.

Tra le vittime sopravvissute a violenze ce ne sono poche che decidono di denunciare il reato poiché, in base alle strette norme sociali, si sentono “disonorate” o hanno paura della vendetta dei loro aguzzini. Altre, così come riporta la relazione, temono di denunciare l’abuso perché possono morire per mano dei loro parenti, poiché questi ritengono che una donna o una giovane violentata è una vergogna per la famiglia. Vengono riportati anche casi di violenza sessuale su minori.

Gli autori della relazione asseriscono che il numero dei civili sfollati all’interno del paese è arrivato già a 2 milioni e il numero dei rifugiati nei paesi vicini, come Libano, Turchia, Giordania e Iraq, raggiunge i 6 milioni.

In base agli ultimi dati dell’ONU, dall’inizio del conflitto in Siria sono morte più di 60.000 persone.

Annunci

Messo il tag:, ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: